Neuropsicomotricità dell’età evolutiva

Neuropsicomotricità dell’età evolutiva

Il Terapeuta della NeuroPsicomotricità dell’EEvolutiva
svolge interventi di
Prevenzione Abilitazione Riabilitazione
quando sono presenti
Atipie – Ritardi – Disturbi dello sviluppo.D.ssa Moretti neuropsicomotricità dell'età evolutiva Studio Diapason Pavia APS

“È nel giocare e soltanto mentre gioca che l’individuo, bambino o adulto, è in grado di essere creativo e di fare uso dell’intera personalità, ed è solo nell’essere creativo che l’individuo scopre il Sé.” (D. W. Winnicott)


Neuropsicomotricità dell'età evolutiva d.ssa Moretti Studio Diapason Pavia
Contatta la neuropsicomotricista d.ssa Margherita Moretti »

IL MIO MODO DI OPERARE

 neuropsicomotricità dell'età evolutivaPRIMO COLLOQUIO GRATUITO

Neuropsicomotricità dell’età evolutiva
neuropsicomotricità dell'eta evolutivaDopo un primo colloquio gratuito con i genitori e una prima valutazione neuropsicomotoria del bambino, in accordo con la famiglia e le altre figure professionali del settore, definisco specifici obiettivi di intervento riabilitativo o abilitativo. Perseguo, tramite strategie, tecniche e giochi personalizzati e individualizzati per il singolo bambino, il suo sviluppo.Promuovo in verità lo sviluppo delle sue competenze a partire dai suoi punti di forza così da raggiungere uno sviluppo armonico delle sue potenzialità.

È fondamentale instaurare un buon rapporto terapeutico con le persone che si occupano del piccolo.

Un confronto continuo e una condivisione effettiva di informazioni con le figure famigliari sono molto di aiuto.

L’obiettivo generale del mio lavoro consiste nel promuovere lo sviluppo GLOBALE e ARMONICO del bambino.

Il “lavoro di squadra” è necessariamente composta dalla famiglia e dalle altre figure sanitarie del settore (pediatra, neuropsichiatra infantile, psicologo/a, logopedista), oltre alle altre figure che fanno parte della vita quotidiana del bambino (insegnanti, educatori ecc…).

La neuropsicomotricità dell’età evolutiva mira a sviluppare le potenzialità del bambino al massimo delle sue reali possibilità.

La Terapia Neuropsicomotoria è quindi importante nel momento in cui emergono delle difficoltà o dei disturbi che è possibile ricondurre a specifiche aree dello sviluppo.

Le aree di sviluppo sono:
relazionale,

cognitiva,

linguistica,

motoria,
che sono inevitabilmente connesse alle funzioni di base come l’attenzione, la percezione, la memoria, la motivazione e la regolazione affettiva.

Il mio approccio nei confronti del bambino è SPECIFICO, PERSONALIZZATO e, soprattutto, GLOBALE.