Ipnosi-terapia

istruttrice senior Mindfulness D.ssa Vallero Studio Diapason Pavia APS
Contatta la psicoterapeuta d.ssa Vallero »

L’ipnosi è, secondo la definizione scientifica, uno “stato modificato della coscienza”. Si tratta di una condizione psichica (trance) indotta da un operatore esterno o autoindotta (autoipnosi).

L’ipnosi consente di accedere alle proprie emozioni e sentimenti più facilmente, risvegliando energie nascoste e risorse interiori.

Attraverso l’ipnosi il soggetto entra in uno stato da non considerare come intermedio tra veglia e sonno. E’ uno stato dotato di una caratterizzazione propria, sia a livello neurofisiologico che di neuroimaging. 

Durante un trattamento di ipnositerapia la persona è facilitata dalla presenza del terapeuta. Il terapeuta deve in verità rimanere una guida esterna. Il terapeuta deve concedere al soggetto una piena autonomia di ricerca spirituale (l’induzione ipnotica è quindi sempre un’autoinduzione). Il soggetto ipnotico sperimenta così cambiamenti a livello delle proprie percezioni, dei propri pensieri  e sensazioni.

Che cos’è l’ipnosi-terapia?

L’ipnosi-terapia o psicoterapia ipnotica però non è soltanto una somministrazione di suggestioni. L’ipnosi-terapia è una vera e propria rieducazione dell’adattamento della persona alla vita. Una nuova integrazione della personalità del paziente nella sua vita quotidiana. Un aspetto fondamentale è che il trattamento ipnotico deve necessariamente accordarsi con i bisogni fondamentali del paziente. Rispetta la struttura della personalità nella sua totalità.
Quindi ogni tentativo di forzare il soggetto ipnotico, per quanto profonda sia la trance, ad accogliere suggestioni inaccettabili alla sua personalità totale, porta o ad un rifiuto delle suggestioni. Il soggetto si attiverà per una loro trasformazione in maniera da poterle soddisfare con un comportamento simulato.

Da questo nasce la necessità di considerare il soggetto come una persona dotata di una propria individualità.

In quali casi può essere utile?

L’ipnosi, abbinata ad un percorso psicologico, può essere utilizzata in diversi ambiti.

I risultati più apprezzabili riguardano:

Sintomi legati all’ansia (e dei disturbi ad essa correlati) e allo stress

Attacchi di panico

Paura

Angoscia

Depressione

Disturbi da stress post-traumatico

Manifestazioni ossessive e a quelle fobiche.

L’ipnosi terapia e la psicosomatica

L’ipnosi terapia sfrutta in effetti l’intima connessione tra mente e corpo.

In ambito psicosomatico è efficace contro:

stress,

insonnia,

cefalee,

contratture muscolari,

mal di schiena,

eczemi e altri problemi della pelle,

ulcere e coliti.

Con l’ipnosi-terapia è possibile fortificare il carattere. Si lavora per:

affievolire la timidezza,

migliorare la memoria,

potenziare le interazioni sociali,

influenzare positivamente la cognizione e l’esperienza della padronanza di sé.

L’ipnosi serve effettivamente a raggiungere uno stato di benessere interiore. Attingere a potenzialità personali inespresse. La mente razionale, dunque, si alleggerisce. Si libera finalmente delle componenti ansiose. Si fortifica la mente emozionale con le conoscenze innate.

Inoltre, la terapia ipnotica non crea dipendenza. Può essere utilizzata inoltre in associazione ad altre forme di intervento.