TENDINITE ACHILLEA

osteopata d.ssa Leva Studio Diapason Pavia
Contatta l’osteopata d.ssa Leva »

La tendinite Achillea o TENDINOSI DI ACHILLE è una tendinopatia che si manifesta con un gonfiore doloroso e debilitante del TENDINE DI ACHILLE, chiamato anche tallone d’Achille.

Si parla di Tendinite nei casi acuti e di Tendinosi nei casi cronici.
tendinite achillea d.ssa leva, osteopata

Il TENDINE D’ACHILLE è il più grande e il più forte tendine del corpo umano. Esso si trova nella parte posteriore della gamba, dove si inserisce al calcagno e collega i muscoli della gamba al piede. Molti casi di lesioni al TENDINE DI ACHILLE sono causati da una mancanza di flessibilità dei muscoli del polpaccio. E’ perciò bene sapere che il muscolo Gastrocnemio viene allungato con il ginocchio completamente esteso, ed il Soleo viene allungato solo con il ginocchio flesso. 

Tra le principali cause che innescano la TENDINITE D’ACHILLE ricordiamo un rapido aumento della corsa. Lo scatto alla partenza durante una corsa, in chilometraggio o in velocità in collina, aggiunto alla vostra routine di allenamento. Un trauma causato da improvvise e / o forti contrazioni dei muscoli del polpaccio, crea così uno sforzo supplementare, come in uno sprint finale. Ricordiamo anche il gioco del tennis. Inoltre anche l’utilizzo di una scarpa sbagliata o dei tacchi alti.

La tendinite achillea è, in genere, accompagnata da dolore che peggiora nel tempo, durante o dopo l’attività fisica. Il dolore e l’infiammazione di solito indicano che c’è un qualche danno tissutale. Il tendine di Achille è il tendine più frequentemente rotto, sia da atleti professionisti che da quelli del fine settimana.

LA MAGGIOR PARTE DELLE LESIONI TENDINEE, SENZA ROTTURA COMPLETA, POTRÀ ESSERE RISOLTA CON IL TRATTAMENTO OSTEOPATICO.

Il trattamento osteopatico della TENDINITE ACHILLEA dipende dal grado di lesione al tendine e, a seconda dei casi, dovrebbe essere associato ad altri tipi di intervento (esercizi specifici, Tecar terapia, ecc..).