EMDR: Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari

istruttrice senior Mindfulness D.ssa Vallero Studio Diapason Pavia APS
Contatta la psicoterapeuta d.ssa Vallero »
Istruttrice senior Mindfulness Based Stress Reduction

EMDR: rielaborare i ricordi spiacevoli con gli occhi
(Eye Movement Desensitization and Reprocessing)

“Il trauma è il risultato mentale di un evento o una serie di eventi improvvisi ed esterni. Questo evento è in grado di rendere l’individuo temporaneamente inerme. Capace di disgregare le sue strategie di difesa e di adattamento”. (Organizzazione Mondiale della Sanità, 2002)

EMDR sta infatti per Desensibilizzazione e Rielaborazione attraverso i Movimenti Oculari. E’ un metodo psicoterapico che consente in verità di alleviare lo stress e i disturbi causati da esperienze traumatiche.

E’ una tecnica di psicoterapia. Essa è focalizzata e specifica per il trattamento dei traumi.

Quando si subisce un trauma il cervello riceve una grossa mole di informazioni: pensieri, emozioni e sensazioni corporee. Talmente tante ed intense che non si riesce ad elaborare e immagazzinare secondo il consueto sistema di processamento.

Generalmente infatti, le esperienze vengono acquisite dal cervello in modo tale che l’individuo può accedere al ricordo in modo costruttivo e senza scatenare alcun tipo di disagio emotivo. I traumi invece rimangono “congelati”. Essi mantengono le stesse emozioni e sensazioni fisiche che si erano provate al momento dell’evento. Non consentono un’elaborazione razionale. La persona percepisce qualcosa di irrisolto, non avendo compreso e interiorizzato adeguatamente l’informazione. Nasce così un disagio che può manifestarsi con sintomi a livello fisico ed emotivo.

L’EMDR consente di modificare effettivamente la prospettiva con cui si vedono queste esperienze. Attraverso un ridimensionamento, che trasforma il trauma in un ricordo privo di condizionamenti sul presente.

Le esperienze traumatiche sono composte da vari elementi:

L’evento oggettivo,

le convinzioni nate per dare un significato all’esperienza,

il vissuto emotivo e corporeo.

L’integrazione tra la parte cognitiva e quella emotiva dei traumi permette così di superarne i fattori disturbanti. Le convinzioni negative su di sé e la carica emotiva eccessiva legata all’evento e al proprio corpo. L’EMDR favorisce infatti la “digestione” delle emozioni eccessive e disturbanti legate ad un evento.

L’EMDR permette di rielaborare questi ricordi spiacevoli, che provocano difficoltà e stress. La tecnica si focalizza così sulla rievocazione di eventi o situazioni che hanno contribuito allo sviluppo di problemi emotivi o disturbi psicologici.

E’ un trattamento evideced based, ovvero la sua efficacia è evidente e riconosciuta dalla pratica clinica. La sua efficacia è dimostrata da studi scientifici e dalle principali Società scientifiche ed è riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

L’EMDR ha notevole successo nel trattamento di diverse patologie:

  • stress post-traumatico,
  • attacchi di panico,
  • disturbi dissociativi,
  • disturbi d’ansia,
  • ansia di prestazione,
  • lutto complicato,
  • abusi.