PUBALGIA

osteopata d.ssa Leva Studio Diapason Pavia
Contatta l’osteopata d.ssa Leva »

 

La pubalgia è una sindrome dolorosa miotensiva che interessa le inserzioni pubiche dei muscoli adduttori della coscia.

I soggetti maggiormente colpiti sono gli sportivi e le donne in gravidanza.

La pubalgia può effettivamente insorgere dopo un trauma diretto oppure si può verificare una eccessiva tensione dei muscoli adduttori, a causa di un gesto tecnico compiuto ripetutamente in modo errato durante lo sport.

Nello sportivo, per chiarire, il dolore tende ad aumentare soprattutto durante gli scatti e i bruschi scambi di direzione.

LA PUBALGIA E L’INTERVENTO OSTEOPATICO

L’osteopata, attraverso test specifici, è in grado di trovare le diverse cause che hanno concorso all’insorgere di tale problema.

Le cause più comuni in verità che portano  all’instaurarsi della pubalgia possono essere molteplici:
– il conflitto tra adduttori potenti e addominali deboli che portano ad uno squilibrio muscolare a livello del bacino;
– disfunzioni articolari dell’anca, ginocchio, caviglia/piede;
– contratture al quadricipite femorale/muscoli adduttori;
– aderenze cicatriziali nella zona pelvica o nelle regioni che la influenzano e disfunzioni osteopatiche viscerali degli organi sopra pubici.

L’Osteopata, detto ciò, si occupa in prima istanza di aiutare il paziente ad intraprendere un percorso di consapevolezza. Volto a ripristinare così un nuovo equilibrio grazie a tecniche osteopatiche strutturali, viscerali, cranio-sacrali, fasciali, di energia muscolare.

L’obiettivo è quello di stimolare nel corpo del paziente il meccanismo di autoguarigione e ad aiutare la persona a comprendere la causa del suo sintomo.

L’Osteopatia dunque si impegna a cercare la causa e non il sintomo della patologia.